Questo sito contribuisce alla audience di

Querini

famiglia veneziana di origini antichissime. Pare che i primi Querini fossero noti a Torcello nel sec. VI. Passati poi a Rialto, si divisero in numerosi rami (di S. Leonardo, S. Silvestro, S. Giustina, S. Moisè, S. Severo, S. Polo, ecc.). Dal sec. XI i Querini parteciparono alla vita politica raggiungendo alte cariche, mai però quella di doge. Oltre a numerosi uomini politici, troviamo tra i Querini cardinali, vescovi, condottieri, navigatori, diplomatici, letterati, scienziati. Il ramo di S. Polo fu implicato nella congiura di Baiamonte Tiepolo (1310): Marco (m. 1310) fu ucciso, mentre Niccolò e Pietro furono banditi. Un altro Marco (m. 1577), ammiraglio, contribuì alla vittoria di Lepanto (1571). Angelo Maria, cardinale e vescovo di Brescia, fondò la Biblioteca Queriniana (1747). Giovanni Querini Stampalia lasciò per testamento a Venezia la Biblioteca Querini Stampalia (1869).

Media


Non sono presenti media correlati