Questo sito contribuisce alla audience di

Rhizobium

genere di Batteri della famiglia delle Rizobiacee formato da bastoncini flagellati, mobili da giovani, poi immobili e ramificati a Y (struttura batteroide). Simbionti mutualistici delle radici delle Leguminose, i Rhizobium vivono di norma saprotrofi nel terreno, da dove penetrano nelle radici delle piante originando i cosiddetti tubercoli o noduli radicali; ivi si moltiplicano e attuano la fissazione dell'azoto elementare, sfruttando in un primo tempo le sostanze elaborate dalle Leguminose; successivamente (prima della fioritura) la pianta digerisce parte dei batteri e i tubercoli si disgregano. Ne deriva un arricchimento delle piante in sostanze azotate, utilizzato, fin dai tempi antichi, nella pratica agraria del sovescio.

Media


Non sono presenti media correlati