Questo sito contribuisce alla audience di

Richler, Mordecai

scrittore e giornalista canadese (Montréal 1931-2001). Di famiglia ebrea ortodossa, abbandonò presto gli studi religiosi e poi quelli universitari per dedicarsi alla scrittura. Lasciato il Canada alla volta dell'Europa per inseguire il mito dei suoi scrittori preferiti, Malraux, Sartre, Camus e Hemingway, si trasferì prima a Parigi, poi in Spagna e infine a Londra, dove scrisse sceneggiature, testi radiofonici, articoli e libri per bambini. Tornato in patria pubblicò il suo primo libro di successo The apprenticeship of Duddy Kravitz (1959; L'apprendistato di Duddy Kravitz) che, raccontando con una graffiante ironia il mondo di alcuni ragazzi ebrei in un quartiere povero e malfamato, gli valse anche accuse di antisemitismo. Di questa opera nel 1974 fece una trasposizione cinematografica, come nel 1977 del libro per ragazzi Jacob Two-Two Meets the Hooded Fag (1975; Jacob Two-Two) e nel 1987 di Joshua Then and Now (1980; Joshua allora e ora). Autore irriverente e sofisticato, Richler nel 1997 pubblicò l'opera che gli ha dato la notorietà, Barney's Version (La versione di Barney), una sorta di autobiografia, in cui il suo alter ego Barney Panofsky attacca in modo satirico benpensanti, "nazifemministe", fanatici del salutismo, ebrei, vegetariani e separatisti francofoni. Tra gli altri suoi libri si citano: The Acrobats (1954; Gli acrobati), A Choise of Enemies (1957; Scegli il tuo nemico), Cocksure (1968; Presuntuoso), Salomon Gursky Was Here (1989; Salomon Gursky era qui) e A year in Jerusalem (1996; Quest'anno a Gerusalemme), uscito postumo nel 2002.

Media


Non sono presenti media correlati