Questo sito contribuisce alla audience di

Rigòtti, Annìbale

architetto italiano (Torino 1870-1968). Segnalatosi sullo scorcio del secolo in importanti concorsi pubblici (1898, palazzo comunale di Cagliari), fu tra i primi e più rigorosi seguaci italiani dei modelli architettonici della Secessione viennese. Notissime furono le realizzazioni sue e su progetti di D'Aronco per l'Esposizione di Torino del 1902, ma l'esempio migliore del suo stile asciutto e funzionale resta la Villa Falcioni a Domodossola, di cui Rigotti curò anche l'arredo. La vasta attività progettuale dell'architetto, che nel 1907-09 fu attivo a Bangkok alla corte reale eseguendo il palazzo del Trono, si orientò poi rapidamente verso esiti razionalisti.

Media


Non sono presenti media correlati