Questo sito contribuisce alla audience di

Gruppo 7

associazione costituita a Milano nel 1926 da un gruppo di giovani architetti (G. Terragni, A. Libera, L. Figini, G. Frette, S. Larco, G. Pollini, C. E. Rava) spinti dalla comune volontà di introdurre in Italia un'architettura moderna basata sullo studio delle funzioni e su un uso corretto delle tipologie edilizie, contro il monumentalismo e gli ultimi epigoni del neoclassicismo. In polemica con i futuristi e con il loro dissacratorio rifiuto dei valori e delle tradizioni, il Gruppo 7 impostò una corretta battaglia con la cultura ufficiale, sostenendo una continuità tra le forme del passato e le nuove ricerche del movimento razionalista. In seguito il Gruppo 7 giunse a posizioni di aperta rottura con la cultura ufficiale, coincidenti con la seconda Esposizione di Architettura Razionale del 1931 (la prima era stata nel 1928). Il 1931 fu anche l'anno in cui Libera sciolse il movimento; una parte dei componenti confluì nel RAMI (Raggruppamento Architetti Moderni Italiani), gli altri continuarono, più o meno isolatamente, a diffondere l'architettura razionalista.