Questo sito contribuisce alla audience di

Rinaldo d'Aquino

poeta della Scuola siciliana (sec. XIII). Forse falconiere di Federico II, chiamato “messere” nei canzonieri più antichi, appartenne probabilmente alla famiglia di San Tommaso: secondo un'azzardata proposta di identificazione, si tratterebbe del fratello stesso del filosofo, da lui rapito nel 1244 con l'aiuto di Pier della Vigna. Coltivò i due filoni della scuola siciliana: quello cortese (celebre la canzone Per fin'amore vao sì allegramente, lodata da Dante nel De vulgari eloquentia) e quello popolareggiante: si ricordi il noto lamento per la partenza del crociato, Già mai non mi conforto, la cui apparente ingenuità lo ha fatto apparire alla critica romantica superiore ai suoi meriti.

Media


Non sono presenti media correlati