Questo sito contribuisce alla audience di

Riva Lìgure

comune in provincia di Imperia (14 km), 2 m s.m., 2,10 km², 2747 ab. (rivesi), patrono: san Maurizio (22 settembre).

Centro della Riviera dei Fiori, alla sinistra della foce del torrente Argentina. Borgo di pescatori e navigatori fondato nel sec. XI (Villaregia), appartenne ai marchesi di Clavesana e in seguito alla Repubblica di Genova. Dal 1928 al 1954 formò con Santo Stefano al Mare il comune di Riva Santo Stefano, a cui fino al 1947 furono aggregati anche i territori di Pompeiana e di Terzorio.§ Il santuario della Madonna del Buon Consiglio sorge sulla parrocchiale di San Maurizio, fondazione benedettina di impianto romanico. All'interno sono conservate statue lignee attribuite al Maragliano e una tavola di F. Brea (sec. XVI). Presso il porticciolo è un torrione a pianta quadrata eretto nel 1561, con funzione di avvistamento e di difesa dalle incursioni barbaresche dopo i saccheggi del pirata Dragut.§ L'economia si basa sull'agricoltura (floricoltura, che con le numerose serre caratterizza il paesaggio, e olivicoltura). Rilevante è il turismo, soprattutto di villeggiatura estiva.Nei primi giorni di luglio un corteo storico ricorda i frequenti assalti dei pirati. § Vi nacque il poeta e narratore Francesco Pastonchi (1877-1953).

Media


Non sono presenti media correlati