Questo sito contribuisce alla audience di

Roiate

comune in provincia di Roma (66 km), 697 m s.m., 10,38 km², 798 ab. (roiatesi), patrono: Santissimo Salvatore (9 novembre).

Centro alla sinistra del fiume Aniene, nei monti Ernici. Antica città equa, fu eretto a comune nel 967. Sottomesso alla famiglia ghibellina dei Rao, fu poi donato da papa Alessandro III all'abbazia di Subiaco. Libero comune nel sec. XIII, nel Trecento entrò fra i beni dei Colonna; passò poi ai Barberini e alla famiglia Bovi, alla quale rimase fino alla fine del sec. XVIII, quando pervenne alla Chiesa.§ Oltre a una torre, unico avanzo del castello, interessanti la parrocchiale di San Tommaso e le chiese di Santa Maria e del Salvatore. Nei dintorni è la grotta dell'Arco, una delle principali manifestazioni di carsismo ipogeo nel Lazio.§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, olivo e vite) e sull'allevamento ovino e bovino (con produzione casearia). Vi sono due sorgenti di acque minerali: Fonte Roia e Fonte Nova.

Media


Non sono presenti media correlati