Questo sito contribuisce alla audience di

Roncade

comune in provincia di Treviso (13 km), 8 m s.m., 61,98 km², 11.911 ab. (roncadesi), patrono: Natività di Maria Vergine (8 settembre).

Centro situato tra i fiumi Sile e Piave. Di origine romana, nel Medioevo appartenne ai vescovi di Treviso e fu devastato nel 1320 dagli Scaligeri. Nel 1389 passo a Venezia.§ Antico centro di residenza estiva dei nobili della Serenissima, conserva numerose ville. Cinquecentesche sono villa Giustinian, ora Ciani-Bassettii con facciata a logge e decorazioni a fresco, cinta da mura con torri di aspetto medievale; villa Piccini e villa Barbarigo, ora Selvatico, con facciata affrescata e ampio parco. Settecentesche sono Ca' Morelli, ora Bembo, con chiesetta, e villa Torresini. In località Biancade sorgono il castello, costruzione quadrangolare del sec. XIII, e villa Morosini, costruzione ottocentesca su preesistenze del sec. XIV.§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, barbabietole da zucchero, uva da vino, foraggi), l'allevamento bovino e l'industria, attiva nei settori alimentare, meccanico (valvole), chimico, vetrario, cartotecnico, dell'abbigliamento, dell'arredamento (mobili), della lavorazione dei metalli, del legno, dei materiali da costruzione.

Media


Non sono presenti media correlati