Questo sito contribuisce alla audience di

Roumain, Jacques

scrittore e diplomatico haitiano di lingua francese (Port-au-Prince 1907-1944). È una delle figure più rappresentative della letteratura haitiana del Novecento. Etnologo, narratore e poeta, militante comunista, mise la sua vasta cultura e le sue esperienze di viaggiatore (in Germania, Svizzera, Francia, Spagna e Belgio) al servizio della sua lucida passione per Haiti e per il suo popolo nero. Fu uno dei fondatori della Revue Indigène (1927). Il suo Gouverneurs de la rosée (1944; Governatori della rugiada) resta il più bel romanzo antillano. Nelle sue liriche aggressive (Appel, 1928; La proie et l'ombre, 1930; Bois d'ébène, 1945; ecc.) si ritrovano i grandi temi della rivolta negra, in una rivendicazione che, da razziale, si fa sociale per abbracciare tutti gli oppressi della terra. Le brutalità del suo linguaggio sono riscattate da un vasto umanesimo e dall'intensità dell'emozione.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti