Questo sito contribuisce alla audience di

Sánchez de Badajoz, García

poeta spagnolo (Écija ? ca. 1460-ca. 1526). Ebbe larga fama postuma per una tradizione, si ignora quanto fondata, che lo volle impazzito per amore. Fra le sue numerose liriche, raccolte nel Cancionero General del 1511, figurano un Infierno de amor (popolato di poeti quali Mena e Santillana e i contemporanei Macías e Guevara), delle Lamentaciones de amor che fecero scuola, un Claro-escuro e una delicata poesia, A su amiga recontando un sueño que soñó. Una parodia delle Liciones de Job venne poi ritenuta sacrilega e messa all'Indice dall'Inquisizione.