Questo sito contribuisce alla audience di

Sütö, András

scrittore e drammaturgo romeno di lingua ungherese (Camarasul 1927-Budapest 2006). Collaboratore di numerose riviste, poi direttore di Falvak Dolgozó Népe (1952) e di Ùj Elet (1971), Suto è autore di una vastissima produzione che va dai primi racconti nello stile del realismo socialista (Vittoria all'alba, 1949), a opere che sono considerate pietre miliari nella storia della letteratura e della drammaturgia ungherese: Misi dalla fronte stellata (racconti, 1969), Mia madre promette sogni d'oro (diario, 1970; 1978), Lasciate che le parole vengano a me (appunti, 1977; 1980), Tre drammi: La domenica delle palme di un venditore di cavalli - Stella sul rogo - Caino e Abele (1978), Le nozze di Susa - I persiani (opera teatrale e saggio, 1981), Avvento sull'Harghita (tre opere teatrali, 1987). Al centro della sua produzione è la difficile situazione in cui si trova la minoranza magiara in Transilvania, puntando l'attenzione sull'“imperativo” alla dignità e alla fermezza.

Media


Non sono presenti media correlati