Questo sito contribuisce alla audience di

Salizzòle

comune in provincia di Verona (27 km), 22 m s.m., 30,66 km², 3761 ab. (salizzolesi), patrono: san Martino (11 novembre).

Centro situato tra i fiumi Menago e Tartaro. Sorto nel sec. XII, fu retto da signori propri e nel sec. XV gli Scaligeri lo concessero ai Sagramoso. Passato a Venezia, nel 1553 divenne feudo dei conti della Cappella.§ Nell'abitato sorge il palazzo Sagramoso, ora Malfatti (sec. XVI); del castello medievale restano due torri quadrate. In località Bionde di Visegna si trovano il palazzo Portalupi, costruzione rinascimentale fiancheggiata da una torre trecentesca, e la settecentesca villa Chiaramonte; la parrocchiale custodisce una tela di G. F. Caroto (1540).§ L'economia si basa sull'agricoltura (barbabietole da zucchero, cereali, foraggi), l'allevamento bovino e l'industria, attiva prevalentemente nel settore dell'arredamento (mobili).

Media


Non sono presenti media correlati