Questo sito contribuisce alla audience di

Salt, Henry

viaggiatore, egittologo e diplomatico inglese (Lichfield, Staffordshire, 1780-presso Alessandria d'Egitto 1827). Dal governo inglese fu inviato due volte in Etiopia (1804-05 e 1809-10), ma non poté mai raggiungere la corte imperiale a causa della guerra tra i ras del Tigrè e dell'Amhara; tuttavia visitò vaste zone dell'Etiopia settentrionale, dove lasciò un compagno di missione, e si fermò a lungo ad Aksum per studiarvi i monumenti e le iscrizioni. Frutto delle sue osservazioni, che recarono un notevole contributo alla conoscenza della geografia, della storia, dell'etnografia dell'Etiopia settentrionale, furono due opere apparse nel 1812 e 1816. Nel 1815 Salt fu nominato console generale britannico al Cairo, dove si interessò dello studio dei geroglifici e agevolò l'opera di G. B. Belzoni.