Questo sito contribuisce alla audience di

San Calògero

comune in provincia di Vibo Valentia (20 km), 261 m s.m., 25,12 km², 4649 ab. (sancalogeresi), patrono: Immacolata Concezione (8 dicembre).

Centro posto nel settore orientale del monte Poro. Sorto probabilmente in età bizantina attorno a un convento basiliano dedicato a San Calogero, che sorgeva in località San Marino, fu soggetto a numerosi feudatari, fra cui i Ruffo. Raso al suolo dal terremoto del 1783, fu ricostruito in un luogo più pianeggiante.§ Nell'abitato è la chiesetta del Sacro Cuore di Gesù (fine sec. XIX, restaurata); l'interno conserva sontuose decorazioni e bassorilievi con tocchi di oro zecchino, opera di un artista locale.§ L'agricoltura produce olive, frutta (soprattutto agrumi), uva da vino, cereali e ortaggi. All'allevamento (suini, ovini e caprini) è associata la lavorazione di latticini e la produzione di salumi. L'industria opera nei settori edile, alimentare, meccanico, dei materiali da costruzione e della lavorazione del legno.

Media


Non sono presenti media correlati