Questo sito contribuisce alla audience di

San Ferdinando di Pùglia

comune in provincia di Barletta-Andria-Trani, 68 m s.m., 41,85 km², 14.361 ab. (sanferdinandesi), patrono: san Ferdinando (30 maggio).

Centro del Tavoliere meridionale, situato alla sinistra del fiume Ofanto. L'abitato, che conserva l'impianto rigorosamente geometrico a scacchiera, fu fondato come colonia agricola da Ferdinando II di Borbone (1843), in seguito a una massiccia opera di bonifica del territorio. § Nell'abitato è l'interessante Museo Civico, articolato in due sezioni: una ospita reperti del Neolitico, dell'Età del Bronzo e di epoca romana e medievale (ceramiche), mentre l'altra è dedicata alla cultura contadina locale. § L'agricoltura si basa su estese coltivazioni di cereali, viti (produzione di vini DOC) e ortaggi (soprattutto i rinomati carciofi). L'industria opera nei settori alimentare, tessile (filati, maglifici e abbigliamento in genere), degli imballaggi, delle materie plastiche e dei materiali da costruzione (soprattutto calcestruzzo). È molto fiorente il mercato dei vini e dei prodotti ortofrutticoli. § Nel mese di novembre si svolge la Fiera Nazionale del Carciofo Mediterraneo e dei Prodotti Ortofrutticoli, istituita nel 1960.