Questo sito contribuisce alla audience di

Santorino

isola greca (75,79 km²) del Mar Egeo, nel settore meridionale dell'arcipelago delle Cicladi, a W di Nánfio. Di origine vulcanica, costituisce l'orlo orientale di un antico cratere invaso dal mare nel II millennio a. C.; l'ampia baia a forma di mezzaluna che ne deriva è fronteggiata da alcune piccole isole, tra cui Thērasía. Agricoltura (cereali, ortaggi, tabacco, vite) e pesca. Turismo. Il centro principale è Thera (2376 ab., stima 2005). In greco, Santorínē o Thera. § Gli scavi hanno rivelato che fin dal IV millennio a. C. fu sede di una civiltà molto progredita, scomparsa in seguito al cataclisma vulcanico che (verso la metà del II millennio a. C.) fece sprofondare la metà dell'isola. Un villaggio di età minoica sepolto da quell'eruzione è stato portato alla luce in località Akrotiri. La maggior parte degli eccezionali affreschi che ornavano le pareti di alcuni degli ambienti è conservata nel Museo Nazionale di Atene. In un'altra località dell'isola, Palai Thera, sono visibili i resti della Thera ellenistico-romana, base avanzata della potenza marittima dei Tolomei, che, dopo la IV crociata (1204), subì la dominazione di varie signorie feudali, finché fu conquistata dai Turchi (1579). Fu liberata durante la Rivoluzione del 1821.

Media

Santorino.