Questo sito contribuisce alla audience di

Sergardi, Ludovico

poeta italiano (Siena 1660-Spoleto 1726). Trasferitosi a Roma, ricoprì cariche di prestigio alla Curia ed entrò in contatto con il mondo letterario dell'Arcadia. Con lo pseudonimo di Quinto Settano scrisse vivaci Satyrae (1694), in gran parte rivolte contro G. V. Gravina e caratterizzate da conservatorismo sociale e anticlassicismo letterario. Nel dialogo in terzine La conversazione delle dame di Roma Sergardi introduce Pasquino e Marforio, proponendo per la prima volta la satira del fenomeno del cicisbeismo e offrendo così spunti al Giorno di G. Parini.