Questo sito contribuisce alla audience di

Sofróne

(greco Sophrōn; latino Sophron -ōnis), mimografo greco (470 a. C.-ca. 400 a. C.). Nativo di Siracusa, scrisse mimi in dialetto dorico e in una specie di prosa ritmica, divisi dagli editori antichi in “maschili” e “femminili” secondo i loro protagonisti. S'ispiravano a circostanze della vita quotidiana, come indicano i titoli, quali per esempio Il pescatore di tonni o Le donne a pranzo. Sofrone fu forse il primo a dare al mimo forma letteraria e fu molto ammirato e imitato. Ne restano frammenti (ca. 170).

Media


Non sono presenti media correlati