Questo sito contribuisce alla audience di

Spezzano Albanése

comune in provincia di Cosenza (51 km), 320 m s.m., 33,33 km², 7036 ab. (spezzanesi), patrono: Santa Maria delle Grazie (martedì dopo Pasqua).

Centro situato tra le valli dei fiumi Esaro e Crati. Nei pressi dell'abitato sono state rinvenute alcune necropoli della prima Età del Ferro. Il paese sorse nel sec. XVI per opera di profughi albanesi, di cui mantiene vive le tradizioni e la lingua. Pertinenza di Tarsia, ne seguì le vicende storiche.§ La chiesa di Santa Maria delle Grazie conserva diversi oggetti e opere d'arte del Sei-Settecento, mentre quella secentesca di Santa Maria di Costantinopoli, di aspetto neoclassico, custodisce alcune statue processionali. Di notevole interesse la zona archeologica della necropoli di Torre Mordillo.§ La presenza delle terme (acque clorurato-sodiche e magnesiache-litisiache), note fin dall'antichità, ha sviluppato notevolmente il turismo e il settore terziario collegato. L'agricoltura produce cereali, uva, olive, frutta e foraggi; è praticato l'allevamento (bovini, ovini e suini). Sono presenti aziende specializzate nella lavorazione del legno, della carta, del ferro e nel settore alimentare.§ In occasione del Carnevale si svolge la “Corsa dei cavalli”, una sorta di torneo di memoria medievale.

Media


Non sono presenti media correlati