Questo sito contribuisce alla audience di

Tòro (astronomia)

(latino scientifico Taurus, abbreviazione Tau). Vasta costellazione zodiacale compresa fra 3h e 6h di ascensione retta e fra 0º e +30º di declinazione, visibile nelle sere invernali e attraversata dal Sole dalla metà di maggio fino a tutto giugno. La stella più brillante della costellazione è Aldebaran (α Tau), circondata dal vasto ammasso delle Iadi (o Hyades) visibile anche a occhio nudo. Verso nordovest di Aldebaran si osserva l'ammasso delle Pleiadi (M 45), mentre verso nordest, accanto all'interessante stella variabile ζ Tau, si trova la nebulosa del Granchio (Crab Nebula) residuo di supernova storica comparsa nel 1054 e sede di una pulsar ottica. La stella β Tau, El Nath (di 1m,6) individua l'anticentro galattico. La costellazione contiene le stelle binarie τ, χ e φ, osservabili anche con strumenti modesti; la RW Tau, variabile a eclisse fra la 7m,5 e la 12m in 2,75 giorni, tipica per il suo anello di idrogeno gassoso; e la variabile T Tau, astro giovanissimo in procinto di entrare in sequenza – e perciò ancora fortemente instabile – che conferisce il nome a un'omologa classe stellare. Poiché la costellazione si sovrappone alla fascia di stelle della Via Lattea, si trovano in essa numerosi altri ammassi, osservabili però solo con un telescopio, nonché stelle molto giovani, del tipo T Tau o del tipo degli oggetti di Herbig e Haro, la cui formazione è ancora in corso.

.

Media


Non sono presenti media correlati