Questo sito contribuisce alla audience di

Teirlinck, Herman

scrittore belga di lingua neerlandese (Bruxelles 1879-Beersel 1967). Autore versatile, poeta, romanziere e drammaturgo, Teirlinck riassume in un'opera complessa e a volte contraddittoria le esperienze di circa mezzo secolo di letteratura fiamminga. Esordì con romanzi e racconti d'ambiente rurale (Storie paesane, 1901; Il mondo miracoloso, 1902; Le stelle silenziose, 1903) che rivelano, sotto l'influsso del naturalismo, una ricca vena fantastica e una disposizione magica e lirica delle cose. Passò poi all'impressionismo linguistico della raccolta di bozzetti Sole (1906) e al raffinato estetismo de Il signor J. B. Serjanszoon (1908) e La scimmietta d'avorio (1909). Dopo la I guerra mondiale si dedicò a una riforma del teatro in senso antiborghese con lavori sperimentali costruiti sul simbolo e l'allegoria (Il film al rallentatore, 1922; L'uomo senza corpo, 1925; La ragazza sul patibolo, 1937). Della produzione successiva si ricordano i romanzi Maria Spermalie (1942), La lotta con l'angelo (1952), Autoritratto o l'ultimo pranzo di un condannato a morte (1955).

Media


Non sono presenti media correlati