Questo sito contribuisce alla audience di

Tertenìa

comune in provinciadell'Ogliastra, 121 m s.m., 117,77 km², 3726 ab. (terteniesi), patrono: santa Sofia (1° settembre).

Centro dell'Ogliastra, situato nel fondovalle del rio di Quirra, ai piedi del monte Arbu.Fu parte del Giudicato di Cagliari dal sec. XI e nel 1258 passò ai Visconti, giudici di Gallura, quindi al comune di Pisa cui fu sottratto dagli Aragonesi che nel 1363 l'incorporarono nella Contea di Quirra, feudo di Berengario Carroz; la contea fu eretta a marchesato per i Centelles (1603) da cui pervenne agli Osorio de la Cueva, che la tennero fino all'abolizione dei feudi (1839). Lungo la costa sorgono alcuni nuraghi e la torre da difesa di San Giovanni (1764).§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, uva, olive, ortaggi), sull'allevamento di ovini e caprini, su attività commerciali e artigianali e su industrie alimentari (vini, frantoi, caseifici), edilizie, di carpenterie e di materiali da costruzione; notevole il flusso turistico, sia escursionistico sia balneare, attratto dal litorale ancora incontaminato.

Media


Non sono presenti media correlati