Questo sito contribuisce alla audience di

Tiahuanaco

località della Bolivia, 60 km a WSW di La Paz, a 3855 m presso la sponda sudorientale del lago Titicaca. § Fu la capitale di una civiltà (la seconda civiltà-orizzonte delle Ande centrale) che influenzò tutta la regione andina dal sec. I al sec. XIII, quando scomparve. Non si sa nulla del popolo che la costruì. Gli Incas la venerarono come “culla degli dei”. § Tra i complessi architettonici più notevoli sono la piramide di Acapama, tumulo naturale sagomato e rivestito di pietre, e il recinto rettangolare del Kalasasaya, che racchiude varie statue di pietra e il portale monolitico detto Porta del Sole, decorato con un fregio a bassorilievo formato da una figura centrale e quarantotto laterali. La ceramica del periodo più antico è caratterizzata dalla decorazione policroma a disegni geometrici o zoomorfi fortemente stilizzati. Tra le forme, assai varie, caratteristica quella a testa di puma, presente anche nel periodo successivo (Tiahuanaco classico), in cui prevale la decorazione a figure sia animali sia umane. La ceramica più tarda, a pochi colori, rappresenta una decadenza degli stili precedenti, per uniformità di motivi e forme.

Media


Non sono presenti media correlati