Questo sito contribuisce alla audience di

Tissi

comune in provincia di Sassari (12 km), 225 m s.m., 10,35 km², 1875 ab. (tissesi), patrono: santa Vittoria (15 maggio).

Centro del Sassarese, situato alla sinistra del rio Mascari, affluente del rio Mannu. Parte del Giudicato di Torres (sec. XI), nella curatoria di Coraso, passato ai Doria nel 1255 e agli Aragonesi nel sec. XV, durante la dominazione spagnola fu abbandonato a causa della peste. Fu ricostruito nel Settecento e, con Usini, formò la Contea di San Giorgio, concessa ai Manca fino all'abolizione dei feudi (1839). § Il paese è dominato dalla chiesetta di Santa Vittoria (sec. XII, rimaneggiata). Più tarda (sec. XVI) è la parrocchiale di Sant'Anastasia, fiancheggiata da un campanile ottagonale su base quadrata. § L'industria è presente nei settori alimentare, edile e delle arti grafiche. È praticato l'allevamento ovino. L'agricoltura produce frutta, olive e uva da vino (alghero e cannonau DOC).§ Nei dintorni sono l'ipogeo preistorico di San Leonardo e le grotte funebri di Monte Zipiriano e di sas Puntas.

Media


Non sono presenti media correlati