Questo sito contribuisce alla audience di

Tokutomi, Roka

(Kenjirō). Scrittore giapponese (Minamata 1868-Tōkyō 1927). Aderì al movimento romantico (rōmanshugi) ed acquistò notevole fama nel proprio Paese, soprattutto presso i giovani, grazie a opere quali Il cuculo (1898-99; Nami e Takeo), La natura e la vita umana (1900) e Cronache di ricordi (1901), ispirate a un socialismo umanitario, e La corrente nera (1902). Appassionato ammiratore di L. N. Tolstoj, di cui condivideva la visione populista e anarchica, si recò in visita nel 1906 a Jasnaja Poljana, registrando la cronaca del suo viaggio ne Il mio pellegrinaggio (1906). Nel 1924 iniziò un lungo romanzo autobiografico, Il monte Fuji, che sarebbe rimasto incompiuto alla sua morte.

Media


Non sono presenti media correlati