Questo sito contribuisce alla audience di

Viddalba

comune in provincia di Sassari (69 km), 30 m s.m., 53 km², 1719 ab. (viddalbesi), patrono: Madonna di Pompei (8 maggio).

Centro della Gallura, situato presso la riva destra del fiume Coghinas. Parte della curatoria di Gemini, compresa nel Giudicato di Gallura nel sec. XI, nel secolo successivo fu concesso dai giudici di Gallura ai Doria, che eressero nelle vicinanze un castello. Coinvolto nelle lotte fra Arborensi e Aragonesi (sec. XIV), fu definitivamente conquistato dal re d'Aragona nel sec. XV. Il castello fu un presidio spagnolo fino al 1720, anno in cui la Sardegna passò al Piemonte.§ L'abitato conserva la chiesetta romanica di San Giovanni, con abside e muri perimetrali ben conservati. A Viddalba ha sede il Civico Museo Archeologico, con reperti provenienti dalla vicina necropoli di San Leonardo e dalle aree circostanti.§ È diffuso l'allevamento bovino, equino, ovino e caprino; l'agricoltura produce cereali, ortaggi, foraggi e uva da vino (cannonau DOC e vermentino di Gallura DOCG). L'industria è presente nel settore dei materiali da costruzione.

Media


Non sono presenti media correlati