Questo sito contribuisce alla audience di

Villa San Piètro

comune in provincia di Cagliari (26 km), 37 m s.m., 39,61 km², 1778 ab. (sampietresi), patrono: san Pietro Martire (29 giugno).

Centro del Sulcis, situato alla sinistra del rio di Pula, poco distante dalla costa meridionale del golfo di Cagliari; è compreso nel Parco Geominerario della Sardegna. Forse d'origine romana, nel Medioevo fece parte del Giudicato di Cagliari (sec. XI), prima nella curatoria di Nora, quindi in quella di Capoterra. Passato ai giudici d'Arborea (1258), che nel 1295 lo cedettero ai pisani, dopo la conquista aragonese (1324) fu infeudato a Berengario Carroz. Dopo il 1603 formò con Domus de Maria e Pula una baronia annessa al Marchesato di Quirra, che fu degli Osorio de la Cueva fino all'estinzione dei feudi (1839).§ La chiesa di San Pietro Martire (eretta nel sec. XIII in stile romanico-gotico) conserva sulle pareti esterne decorazioni d'influsso arabo e ha, nella facciata ornata da archetti e sormontata da un campanile a vela, un portale a tutto sesto.§ L'economia si basa prevalentemente sull'agricoltura, con produzione di agrumi, cereali, olive e ortaggi (soprattutto pomodori), cui si affiancano il florovivaismo e l'allevamento di ovini e caprini. In fase di sviluppo è il turismo balneare favorito da spiagge e fondali incontaminati.

Media


Non sono presenti media correlati