Questo sito contribuisce alla audience di

Villanòva d'Albénga

comune in provincia di Savona (51 km), 29 m s.m., 15,74 km², 1991 ab. (villanovesi), patrono: santo Stefano (26 dicembre).

Centro posto alla confluenza dei torrenti Lerrone e Arroscia. Fondato dal comune di Albenga, dal quale venne fortificato nel 1250, seguì le vicende della Repubblica di Genova.§ Borgo murato a pianta poligonale, conserva tratti delle mura medievali, le torri utilizzate come punti di vedetta e al centro del paese un pozzo, in uso fino agli anni Trenta del Novecento, con le catene e i secchi originari. La parrocchiale di Santo Stefano di Cavatorio conserva un campanile a monofore e bifore (sec. XII) e all'interno (a tre navate senza transetto, più volte rimaneggiato) tracce di un arco gotico e di affreschi dei sec. XV-XVI. La chiesetta di Santa Maria della Rotonda è un edificio rinascimentale a pianta centrale (1520) con campanile quadrato e cuspidato.§ Rilevante è l'attività turistica: il paese è meta di villeggiatura grazie anche alla vicinanza con la Riviera. L'agricoltura è rivolta alla coltivazione degli alberi da frutto, dell'olivo, della vite e degli ortaggi. È praticata la floricoltura. Sul territorio sorge l'aeroporto del Ponente ligure con funzione di transito passeggeri e merci. Immerso in una zona verdeggiante a pochi chilometri dal mare si trova l'Ippodromo “dei Fiori”, l'unico della Liguria.

Media


Non sono presenti media correlati