Questo sito contribuisce alla audience di

Washington, Denzel

attore cinematografico statunitense (Mount Vernon 1954). Dotato di un fisico imponente e di sicuro glamour, è parso, tra tutti gli attori neri, quello di più sicuro impatto interrazziale, apprezzato quindi da pubblici indifferenziati. Dopo il debutto in Carbon Copy (1981), ha cominciato a farsi conoscere con Storia di un soldato (1984) di N. Jewison e in Grido di libertà (1987) di R. Attenborough nei panni del martire politico sudafricano Biko, due film programmaticamente impegnati nel filone di denuncia antiapartheid. Con Glory (1989), ricostruzione edificante di un tragico episodio della guerra civile americana, l'attore ha vinto l'Oscar come non protagonista, passando poi a collaborare con Spike Lee, recitando in Mo’ better Blues (1990), Malcolm X (1992), per il quale ha ottenuto una nomination agli Oscar come protagonista, e He Got Game (1998). Anche se impiegato spesso nel cinema d'azione di serie A – Verdetto finale (1991), Il rapporto Pelican (1993), Allarme rosso (1995), Il coraggio della verità (1996), Attacco al potere (1998), Il collezionista di ossa (2000) – non ha disdegnato incursioni nelle produzioni più impegnate: Mississippi Masala (1992) di M. Nair, Molto rumore per nulla (1993) di K. Branagh, Philadelphia (1993) di J. Demme. Nel 2000 ha vinto l'Orso d'argento al Festival del Cinema di Berlino per il film The Hurricane di N. Jewison e nel 2002 gli è stato attribuito l'Oscar come miglior attore protagonista per la sua interpretazione nel film Training Day, diretto da A. Fuqua.Nel 2003 è passato alla regia con il film Antwone Fisher e ha interpretato Out of Time di Carl Franklin. Nel 2004 ha recitato in The Manchurian candidate di Jonathan Demme e nel 2006 ha interpretato Inside Man di Spike Lee e Deja vu di Tony Scott nel 2007 American Gangster di R. Scott.