Questo sito contribuisce alla audience di

Westminster, Assemblèa di-

assemblea ecclesiastica tenutasi dal 1643 al 1648 per la riforma della Chiesa d'Inghilterra, dopo la soppressione dell'episcopato, e per unificare sotto il profilo della confessione, della costituzione e del culto le Chiese inglese, scozzese e irlandese. Sostanzialmente dominata dalla tendenza presbiteriana, l'assemblea produsse una serie di importanti documenti, che tuttavia furono osservati solo dalla Chiesa scozzese. Redasse, inoltre, due testi catechistici, uno maggiore (Larger Catechism) basato sul Compendium theologiae di Johannes Wolleb, teologo riformato di Basilea (1586-1629), che fu accettato solo dalla Camera dei Comuni, e uno minore a uso della gioventù (Shorter Catechism) che manifesta la propria impronta puritana e la confessione di fede (1645-46) in sostituzione dei 39 Articoli della Chiesa anglicana. In formulazioni chiare e precise, essa esprime un contenuto teologico genuinamente calvinista; dopo la restaurazione degli Stuart, rimase in vigore soltanto presso i presbiteriani inglesi e scozzesi e, parzialmente modificata, fu altresì mantenuta dai non conformisti d'Inghilterra.