arecolina

sf. [sec. XIX; dal genere Areco]. Estere metilico dell'acido N-metil-tetraidronicotinico

È un alcaloide liquido contenuto nelle cosiddette “noci di areca”, cioè i semi dell'Areca catechu. L'arecolina possiede una sensibile azione colinergica di tipo muscarinico accanto a proprietà stimolanti sulla muscolatura scheletrica. Determina una forte eccitazione del sistema nervoso centrale che, a dosi elevate, è seguita da paralisi. Possiede inoltre intensi effetti antielmintici che, a causa dell'elevata tossicità, non vengono sfruttati in terapia umana, ma solo, sporadicamente, in campo veterinario.