Questo sito contribuisce alla audience di

batterioterapìa

(o bacilloterapìa), sf. [sec. XIX; batterio+terapia]. Impiego terapeutico di colture di batteri, per lo più a scopo preventivo e qualche volta anche curativo. Il termine, sostituito definitivamente con quello di vaccinazione, serviva anche per indicare la somministrazione di fermenti lattici con azione benefica sull'intestino, per esempio per riequilibrare la flora batterica durante una terapia antibiotica.

Media


Non sono presenti media correlati