Questo sito contribuisce alla audience di

cappóne

sm. [sec. XIII; latino volg. cappo-ōnis, per il classico capo-ōnis].

1) Pollo castrato all'età di 3-4 mesi allo scopo di accelerarne l'accrescimento e, soprattutto, l'ingrassamento. Assai apprezzato per la carne tenerissima e gustosa, ne è tradizionale la preparazione in occasione delle feste natalizie: viene generalmente lessato, anche perché dà un brodo ottimo. In senso fig.: far venire la pelle di cappone, far rabbrividire; far accaponire.

2) In gastronomia: A) cappone di galera: vivanda a base di mollica di pane inzuppata nell'acqua con l'aggiunta di carote, capperi, uova sode, acciughe, ecc. e condita con olio e aceto, un tempo in uso tra i marinai e in origine preparata a bordo delle galere. B) Cappone magro, tradizionale specialità genovese: è un'insalata composta da molti e svariati ingredienti, tra cui verdure, pesce e gamberi lessati, uova sode, olive, acciughe, su una base di gallette aromatizzate all'aglio, il tutto ben condito.

3) Lo stesso che capone.

Collegamenti