Questo sito contribuisce alla audience di

culbianco

sm. (pl. -chi) [sec. XIX; da culo+bianco]. Uccello passeriforme (Oenanthe oenanthe) della famiglia dei Turdidi, lungo 15 cm, che vive in Europa e Asia, spingendosi a sud durante l'inverno. Deve il suo nome alla colorazione bianca del fondo del groppone e della coda contrastante con il nero della porzione terminale della coda stessa e delle timoniere. Il maschio, che ha una fascia nera traversante l'occhio, durante il periodo estivo presenta colore bruno-cinerino mentre l'occhio è sormontato da un sopracciglio bianco; in autunno assume una colorazione bruna, venendo così a rassomigliare alla femmina. Frequenta colline, pascoli, terreni aperti, nidificando nelle cavità; si nutre di insetti. È molto comune anche in Italia, come nidificante, nelle zone montuose. Il culbianco isabellino (Oenanthe isabellina), di poco più grande e con piumaggio grigio chiaro e bianco rosato, è presente nelle steppe dell'Asia e dell'Europa dove ha una distribuzione molto frammentata: nidifica infatti nella parte settentrionale della Grecia e irregolarmente in Bulgaria e Romania, in maniera più regolare in Sicilia.

Media

audioCulbianco.