Questo sito contribuisce alla audience di

miasi

sf. [dal greco myîa, mosca+-asi]. Gruppo di malattie parassitarie che originano dall'attacco dei tessuti da parte di larve di Ditteri. Tra i più colpiti è il tessuto cutaneo, specie se lesionato da ulcere o piaghe, ma possono essere invasi anche organi interni (stomaco e intestino), l'occhio e l'orecchio. Le miasi sono frequenti in vari animali domestici nei quali sono provocate da larve di mosconi, quali Oestrum ovis, Cordylobia anthropophaga, Gastrophilus intestinalis e haemovrhoidalis, deposte nelle ulcerazioni della pelle o nelle narici degli ospiti. Con lo sviluppo delle larve nelle cavità insorgono processi flogistici secondari, quali riniti, otiti, congiuntiviti, cistiti, vaginiti, enterocoliti dissenteriformi. La diagnosi si basa sul rinvenimento delle larve.

Media


Non sono presenti media correlati