Questo sito contribuisce alla audience di

mobilismo

sm. [da mobile (aggettivo)].

1) Concetto filosofico basato sulla credenza della continua mutevolezza di ogni cosa senza attenersi a leggi stabili, per cui sfugge a un'organizzazione razionale. Sostenuta dal filosofo Chide nella sua opera Le mobilisme moderne (1908), la teoria fu vivacemente contrastata da pensatori quali Boisse che obiettarono che il mobilismo non era la necessaria conclusione della filosofia moderna ma solo una reviviscenza del pensiero eracliteo. Il mobilismo non ebbe alcun seguito.

2) In geologia, concezione generale, contrapposta a quella del fissismo, secondo la quale la crosta sialica è mobile rispetto al substrato sotto l'azione di spinte agenti in senso tangenziale rispetto alla superficie terrestre. A questa teoria mobilista si ispirarono le ipotesi di vari geologi, in particolare la teoria della deriva dei continenti di A. Wegener (vedi ancheorogenetico, teorie orogenetiche).