Questo sito contribuisce alla audience di

popolazióne stellare

insieme di oggetti celesti che per età, composizione chimica, posizione e movimento nella Galassia, sono da considerarsi simili. Questo concetto fuintrodotto da W. Baade nel 1944 sulla base di accertamenti statistici estesi dalla nostra Galassia alle galassie esterne. Fondamentalmente si riconoscono due tipologie: la Popolazione I delle stelle giovani – fra le quali va annoverato il Sole – nate e situate sui dischi galattici, ricche di sostanze già elaborate da astri di generazioni precedenti; la Popolazione II, riferentesi alle stelle più vecchie, a struttura chimica semplice, dislocate fuori del piano galattico, e negli ammassi globulari. Attualmente la suddivisione è più articolata: A) Estrema Popolazione I (stelle di tipo O, B, degli ammassi aperti, cefeidi); B) Vecchia Popolazione I (stelle di tipo A, con righe metalliche nello spettro); C) Popolazione del disco (stelle dei bulbi galattici, novae, nebulose planetarie); D) Popolazione intermedia II (variabili mireidi); E) Popolazione II di alone (stelle degli ammassi globulari, variabili del tipo RR Lyrae). La sequenza sopraindicata riflette anche una sequenza di età, da una media di 100 milioni d'anni, ai 12-15 miliardi.