Questo sito contribuisce alla audience di

radiomicròmetro

sm. [sec. XX; radio-+ micrometro]. Apparato per la misurazione di radiazioni termiche molto deboli. Fu inventato nel 1888 dal fisico Charles V. Boys che accoppiò un radiometro con un galvanometro. L'apparecchio è costituito da una termocoppia, molto leggera, sospesa su di un anello conduttore (generalmente di rame) a sua volta sospeso, attraverso dei fili isolanti, tra i poli di un magnete. In questa maniera la termocoppia funge da radiometro, mentre l'anello e il magnete formano il galvanometro.

Media


Non sono presenti media correlati