Questo sito contribuisce alla audience di

reificazióne

sf. [sec. XX; da reificare]. Concetto di derivazione idealistica (vi fa ricorso la filosofia hegeliana), che indica in K. Marx la coincidenza di merce e lavoro. Di qui l'idea di lavoro alienato e il suo rifiuto, che ispira anche la percezione di un'insanabile frattura introdotta dalla reificazione capitalistica nella coscienza del produttore. Frattura fra individuo e prodotto del proprio lavoro che non contrassegna per G. Lukács soltanto la condizione operaia, ma anche quella intellettuale nell'età della produzione culturale di massa. Tema che ritroviamo in anni più vicini nel lavoro di autori come A. Heller, che al rapporto fra creatività, quotidianità e “mondo delle cose” ha dedicato una porzione significativa della propria ricerca.

Media


Non sono presenti media correlati