Questo sito contribuisce alla audience di

sùpplica

sf. [sec. XVIII; da supplicare]. Atto del supplicare: tono di supplica; in atto di supplica; le parole con cui si supplica: rispondere alle suppliche di qualcuno. In particolare, scritto in cui si domanda un favore e, specialmente, una grazia: supplica al capo dello Stato. Anche preghiera rivolta a Dio, alla Madonna o ai santi per la concessione di una grazia: recitò una supplica a Dio per ottenere la guarigione. § In diplomatica, documento scritto che si presentava a un'autorità per ottenere una concessione, solitamente, ma non necessariamente, in deroga a norme vigenti e sempre con carattere di eccezionalità. Per questo, a differenza degli altri atti di diritto privato, per la supplica non furono fissate norme di redazione, eccezion fatta per la cancelleria pontificia che dal sec. XIV costituì uffici appositi per la trattazione delle suppliche, fissandone i modi di compilazione e i conseguenti modi di concessione.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti