Questo sito contribuisce alla audience di

schérmo

sm. [sec. XIV; da schermire].

1) Riparo, difesa, protezione: farsi schermo al viso con le mani; anche fig.: si fa schermo della nostra amicizia. In particolare, donna dello schermo, donna che gli stilnovisti cantavano per celare, sotto il suo nome, l'identità dell'amata. Con accezione specifica, elemento di un impianto o di parte di esso interposto a difesa degli operatori. La natura degli schermi varia secondo il tipo di protezione da effettuare (dal calore, dalla luce ecc.); nel caso più semplice si usano lamierini, vetri corazzati, lastre termorifrangenti ecc.; nelle caldaie, le pareti sono protette da schermi formati da tubi di acqua che assorbe e disperde il calore.

2) Dispositivo di natura, forma e dimensioni varie, che serve a impedire il propagarsi di azioni elettriche, magnetiche, radiazionielettromagnetiche o corpuscolari.

3) Per gli schermi acustici, la trattazione si trova alla voce altoparlante.

4) In fotocinematografia, superficie su cui si proiettano le immagini riprese da macchine fotografiche e cineprese. Per estensione, arte cinematografica: artisti dello schermo; scrivere una commedia per lo schermo.

5) In marina, gruppo di navi o aerei che precede la squadra con lo scopo di esplorare eventuali mosse nemiche.

6) Anticamente, ostacolo, impedimento.

7) In elettronica, superficie adibita alla riproduzione di immagini.

Media


Non sono presenti media correlati