Questo sito contribuisce alla audience di

sigmoidìte

sf. [da (colon) sigmoideo+ -ite]. Processo infiammatorio, acuto o cronico, del colon sigmoideo. Spesso è associata a infiammazione di altri tratti del grosso intestino, in corso di colite ulcerosa o di morbo di Crohn. Frequentemente è dovuta a una diverticolite localizzata a questo livello, come complicanza di una sindrome del colon irritabile o di una stipsi cronica. Si manifesta con dolore localizzato al quadrante addominale inferiore-laterale sinistro, diarrea spesso con sangue e mucopus nelle feci, tenesmo nei casi con flogosi propagatasi anche al retto; mentre, nei casi più gravi, compaiono febbre e reazione di difesa addominale. La terapia è medica nelle forme associate a malattie infiammatorie intestinali e nei casi di lieve diverticolite (cortisonici e mesalazina in supposte o clisteri, antibiotici non assorbibili); può diventare chirurgica nei pazienti con tendenza alla perforazione, oppure nel caso compaiano ascessi o fistole a partenza sigmoidea.

Media


Non sono presenti media correlati