Questo sito contribuisce alla audience di

alitosi

condizione caratterizzata da alito di odore sgradevole. Può essere causata dall'ingestione di particolari alimenti come alcol, aglio, cipolla; da uso di tabacco; da affezioni gengivali o dentarie; da fermentazione di particelle di cibo nella cavità orale; da rino-sinusiti. Può anche essere conseguente a malattie di altri apparati. Nell'uremia l'alito ha odore di urina; nell'acetone e nella chetoacidosi diabetica odore di acetone (vedi acetonemia). Poiché le pareti dell'esofago sono normalmente accostate e l'esofago stesso non si apre in faringe se non nella deglutizione, le malattie gastrointestinali non causano generalmente alitosi, perciò è errato ritenere che l'odore dell'alito rispecchi lo stato della digestione e la funzione intestinale. Per eliminare l'alitosi occorre curare la causa specifica.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi