Questo sito contribuisce alla audience di

retto

porzione terminale dell'intestino crasso, compresa tra il colon sigmoideo e l'orifizio anale. È lungo circa 12 cm, di calibro non uniforme, distinto in un tratto endopelvico di forma ampollare, per cui è detto anche ampolla rettale, e in un segmento perineale che attraversa il piano del perineo. La sua superficie esterna è liscia, a volte con 1-3 solchi trasversali ai quali corrispondono internamente altrettante pieghe, dette valvole rettali, anche se prive di qualsiasi funzione regolatrice sul passaggio delle feci. Nel tratto più prossimo all'orifizio anale la superficie interna del retto presenta 5-10 rilievi longitudinali (colonne del retto), inferiormente tra loro congiunte da altre pieghe trasversali dette valvole semilunari del retto, che circoscrivono piccole tasche aperte verso l'alto (seni rettali). Le valvole semilunari delimitano l'anello emorroidario, o ano, la cui parte superiore è liscia e l'inferiore dotata di rivestimento cutaneo, pigmentata e ricca di peli e ghiandole. Come gli altri tratti dell'intestino, anche il retto è costituito da una tunica muscolare, da una sierosa e da una mucosa. La vascolarizzazione del retto è garantita dalle arterie emorroidarie; il sangue refluo viene raccolto dal plesso emorroidario, da cui si originano le vene emorroidarie.

Media

Raffigurazione di polipo rettale.Descrizione del prolasso rettale.Le cause del rettocele.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi