Questo sito contribuisce alla audience di

anfetamina

(o anfetammina, o amfetamina), farmaco dotato di azione stimolante sul sistema nervoso centrale. Agisce attivando la sostanza reticolare del tronco cerebrale. Gli effetti sono: euforia, eccitazione psichica e psicomotoria, anoressia; inoltre altera il ritmo sonno-veglia, causando insonnia con scomparsa del sonno REM. Influenza il comportamento, provocando sensazione di benessere, e migliora le prestazioni fisiche e psichiche, aumentando l'attenzione e la concentrazione. Assunta in forti dosi può causare ideazione paranoide e comportamenti violenti; a lungo termine, perdita di peso, bruxismo, stati psicotici prolungati, ipomania. Induce rapidamente assuefazione; la dipendenza fisica è dubbia, quella psicologica molto forte. La riduzione del senso di affaticamento maschera i sintomi di esaurimento delle energie, che sono un utile meccanismo di difesa dell'organismo. La sospensione induce forte depressione psichica, ipersonnia e prostrazione. Dal 1975 in Italia, nel quadro della lotta contro le tossicodipendenze, l'anfetamina è stata classificata come droga "assuefacente" e il suo uso è regolamentato dalla legge. Sostanze derivate sono impiegate sotto stretto controllo medico in diete dimagranti, per l'effetto anoressizzante ed euforizzante.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi