Questo sito contribuisce alla audience di

potenziale evocato

registrazione dell'attività bioelettrica di aree cerebrali in risposta a precisi stimoli sensoriali esterni, visivi, acustici o tattili. Si distinguono potenziali evocati (PE) rapidi, che si registrano entro 150 ms dalla stimolazione, e PE lenti, più tardivi. Attualmente si utilizzano in clinica i PE rapidi uditivi, visivi e somatoestesici, che possono dare importanti informazioni rispettivamente in caso di neurinomi del nervo acustico, di lesioni del nervo ottico, di malattie demielinizzanti dei tronchi nervosi periferici.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi