Questo sito contribuisce alla audience di

liquirizia

(Glycyrrhiza glabra, famiglia Papilionacee), arbusto comune nell'Italia meridionale, in Sicilia e in Sardegna, di cui si usano le radici e gli stoloni, che contengono glicirizzina e flavonoidi. Ha proprietà antiulcerose, antispasmodiche, espettoranti, emollienti, antinfiammatorie, estrogeniche. Si usano comunemente l'infuso e il decotto, come pure il succo concentrato, per curare ulcere gastriche e duodenali, bronchiti croniche, tosse, pertosse, asma. Impiegata pure per la frigidità. Dosi elevate assunte per periodi lunghi possono provocare ipertensione arteriosa, in conseguenza dell'azione esercitata dall'acido glicirrizico.

Media

Le piante officinali: la liquirizia.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi