Questo sito contribuisce alla audience di

ùrico, àcido

prodotto terminale del metabolismo delle purine, a loro volta derivate dagli acidi nucleici che costituiscono il DNA nel nucleo di tutte le cellule. L'àcido ùrico è un composto poco solubile, che facilmente precipita in cristalli. La sua solubilità dipende dalla temperatura e dall'acidità del sangue, dalle condizioni dei vasi sanguigni e dalla sua stessa concentrazione (infatti tende a precipitare nell'iperuricemia). L'àcido ùrico circola nel sangue (vedi uricemia) in parte libero e in parte legato a proteine di trasporto. Circa 450 mg di àcido ùrico sono escreti giornalmente con le urine e altri 200 mg sono eliminati attraverso il tubo gastrointestinale; quest'ultima quota viene quasi completamente demolita dalla flora batterica intestinale ed eliminata sotto forma di ammoniaca e anidride carbonica nelle feci. In caso di insufficienza renale l'escrezione di àcido ùrico con le feci può aumentare notevolmente. I valori di uricemia, quando non vi siano malattie del ricambio, vengono mantenuti rigidamente entro i limiti, mentre i livelli di àcido ùrico eliminati con le urine possono variare molto a seconda della quantità di purine introdotte con la dieta, prevalentemente sotto forma di pesci, frattaglie e carni. Quando vi sia qualche alterazione nel metabolismo dell'àcido ùrico può comparire iperuricemia (per esempio, gotta), oppure ipouricemia. Vi sono parecchi fattori esterni che possono interferire con tale metabolismo: alcuni farmaci, il digiuno, l'etilismo, l'eccessiva introduzione calorica con la dieta, in particolare per quanto riguarda zuccheri e grassi, oltre a malattie ematologiche e renali.

Autodiagnosi

Risali alla possibile malattia partendo dai sintomi o, al contrario, scopri quali sintomi comporta una determinata patologia.

Vai alla sezione Autodiagnosi