Questo sito contribuisce alla audience di

I britannici scelgono la Brexit: ecco le 7 conseguenze dell’uscita dall’Unione Europea

La Gran Bretagna dice addio all’Unione Europea. E adesso molte cose potrebbero cambiare nella vita quotidiana dei cittadini britannici, che risiedano nel Regno Unito o in un altro paese dell’Unione europea. Ecco le 7 principali conseguenze della Brexit.

1. LA LIBERTA’ DI SPOSTAMENTO
I cittadini britannici non saranno più liberi di spostarsi all’interno degli altri paesi europei. Se un semplice documento di identità bastava finora per muoversi all’interno dello spazio Schengen, adesso in caso di viaggio nell'Europa Continentale gli inglesi dovranno richiedere un visto.

2. I VIAGGI
Le vacanze in Europa d'ora in poi saranno più care per gli inglesi. I motivi? Sono diversi. Innanzitutto la svalutazione della sterlina sull’euro ridurrà inevitabilmente il loro potere d’acquisto. Inoltre, verranno meno quegli accordi comunitari che finora avevano permesso a ogni compagnia europea di operare senza limiti di frequenza, capacità o prezzo nello spazio aereo europeo. Per non parlare poi delle tariffe dei telefoni cellulari, finora “ammortizzate” a livello europeo, che, inevitabilmente, aumenteranno.

3. I LAVORI A RISCHIO
L’uscita del Regno Unito dall’Ue porterà a una delocalizzazione di numerosi posti di lavoro. Un esempio eclatante è il caso delle grandi banche: la banca americana, che impiega oltre 16mila persone nel Regno Unito, potrebbe rimuovere tra le 1000 e le 4000 persone. Mentre Morgan Stanley prevede di trasferire 1.000 persone delle 6.000 che ha nel Regno Unito verso l’Ue. Da oggi in poi, inoltre, chi vuole trasferirsi a Londra non può più farlo senza avere già trovato lavoro prima della partenza.

4. LA SVALUTAZIONE DELLE PENSIONI
I pensionati inglesi potrebbero vedere il valore delle loro pensioni calare vertiginosamente a causa della svalutazione della sterlina.

5. IL RISCHIO COPERTURA SANITARIA
Un altro problema riguarderà la copertura sanitaria dei pensionati: in molti Paesi europei, infatti, questi ultimi ricevono assistenza dal sistema sanitario nazionale, i cui costi vengono poi pagati dalla sanità pubblica britannica nell’ambito di accordi bilaterali.

6. STUDIARE IN GRAN BRETAGNA ORA
Prima della Brexit la retta annuale in un’università britannica si aggirava attorno ai 12 mila euro. Con la Brexit potrebbe salire tra i 16 e i 22 mila euro.

7. VERSO NUOVE FRONTIERE?
La Brexit potrebbe portare alla nascita di nuove frontiere, rivoluzionando l’equilibrio geopolitico europeo. La Spagna, infatti, potrebbe chiudere il confine con Gibilterra, dove vivono 33mila britannici. Più a nord si potrebbe creare inoltre un confine tra Irlanda del Nord e Irlanda.
 

Credit@theguardian.com

13/01/2011

Leggi anche...